Humble – Getaway

Humble
“Getaway”
Data d’uscita: 10 novembre 2023
Autoprodotto

(presspage riservata alla stampa – DA NON PUBBLICARE)

DOWNLOAD

STREAMING

Humble è un progetto nato da un’idea dei musicisti Umberto De Candia e Enrico Zurma. Lo stile è radicalmente urban, in cui però confluiscono elementi Funk, R’n’B, Soul, Pop e Rap. Il loro primo album “Getaway” rappresenta la fuga mentale di due trentenni stanchi di sentirsi dire cosa fare. È la voglia di esplorare la musica che piace a loro, declinandola nelle varie e complesse sfaccettature che la musica urban ha e aveva.

“Getaway” è un lavoro ricco e particolare: un vero e proprio giro intorno al mondo (ogni  brano porta il titolo di una città del mondo a cui il brano stesso è ispirato o dedicato) ma sostanzialmente fatto in una stanzetta (l’intero album è stato composto, prodotto e registrato in un unica stanza casalinga adibita ad home studio).

Il concept (sia audio che visivo) del progetto Humble e di “Getaway”, risiede nella sacralizzazione di semplici gesti e momenti di vita quotidiana, mentre tutto intorno la vita (in particolar modo di una metropoli) scorre via veloce. Nei visual e nelle foto vengono rappresentati e concettualizzati elementi come le luci notturne dei lampioni, i pavimenti in gomma della metropolitana o la naturale scenografia prodotta dai cosiddetti “non luoghi”. I soggetti, chiaramente non in posa, compiono azioni semplici e in cui un giovane della generazione Z può ritrovarsi: mangiare un panino fuori da un fast food, fumare una sigaretta alla fermata del bus, fare rifornimento all’auto in un distributore in periferia.

Da Londra a Napoli, passando per Madrid, Rio e Detroit, le nove tracce di “Getaway” (più il remix di “Madrid” ad opera del producer CECI) trasporteranno l’ascoltatore nel mondo sonoro degli Humble; un mondo sonoro variegato e multiforme ma con uno stile assolutamente riconoscibile e personale.

TRACKLIST

1 – PARIS – etoile
2 – DETROIT – the last pawn
3 – RIO – reward
4 – MADRID – look over me
5 – LONDON – emergency kintsugi
6 – MIAMI – honey
7 – NAPOLI – tru 4 u
8 – CHICAGO – broken dreams
9 – VENEZIA – perfect way

CREDITS

All songs written and produced by Humble (Enrico Zurma & Umberto De Candia)
Art Director Ciro De Candia
Mixed By Federico Viola at Animal House Studio, Ferrara
Mastered by Andrea De Bernardi at Eleven Mastering, Busto Arsizio (VA)

Additional Musicians:
Giacomo Mangolini (Drums Engineered)
Alan Bignardi (Drums)
Enrico Mangherini (Bass)
Tommaso Furini (Keys)
Edo Meloni (Horns)
Cristian Tiozzo (Drums)
Ludovico Camozzi (Trumpet)

TRACK BY TRACK a cura di Humble

Paris:
Come Napoli, è uno dei pezzi prodotti come se si fosse in sala prove: chitarra, voce, basso, batteria e tastiere, un mix costruito per portare all’ascoltatore la versione più moderna del NeoSoul presente oggi.
Fun fact: il ponte formato da più voci è davvero ispirato ai Neri Per caso.

Detroit:
Ispirata ai producers della West coast, da sempre affezionati al campionamento dei classici motown, Detroit unisce alle dinamiche del Gangsta Rap un ritornello RNB, capace di riportare ad inizio 2000.

Rio:
Rio descrive l’inizio di qualcosa di estremamente classico: l’amore.
Ma se il sentimento è così antico, cosa ci vuole per renderlo più moderno per l’ascoltatore?
Una batteria Trap.
Un arrangiamento bossa nova
Una voce Soul.

Madrid:
Madrid è la confidenza che fai ad un amico durante un giro in bici in una domenica mattina di inizio estate. Un mix di strumenti acustici che rendono un omaggio al pop contemporaneo e l’incrocio di due voci, dall’inizio alla fine.
Fun fact: la chitarra con cui è stato registrato il brano costa 170 euro. Il microfono, meno di 80.

London:
Fortemente influenzato dalla wave neo soul che ha investito l’Inghilterra durante gli ultimi anni,
London è l’omaggio degli Humble ai suoni Lo Fi, al jazz campionato per Rapparci sopra, agli artisti inglesi che hanno influenzato maggiormente Humble.

Miami:
Sei in una decappottabile, hai una camicia a fiori e alla tua destra vedi il mare.
Miami è uno dei brani più ricchi dell’album, un sunto di ciò che si è imparato dall’RNB degli ultimi 10 anni, mescolato con una chitarra elettrica e un talkbox.

Napoli:
Pino Daniele accompagna Cory Wong e Paul Turner a vedere La sua città. Un Funk classico, un piglio mediterraneo per trasmettere calore e partecipazione.

Chicago:
Questa canzone affonda le proprie radici nella cassa in battere della house music anni 90, mescolandola con una linea di basso acid Jazz.
Fun fact: i synth cardine del brano non sono tastiere: è una chitarra.

Venezia:
Venezia è la prima cotta, è la canzone che suona la band durante il ballo scolastico per far avvicinare le coppie mentre si arrossisce. La musica Soul anni 60 ha fatto da maestra e Sam Cooke da Guida.

BIO

Nato da un’idea di Umberto De Candia ed Enrico Zurma, Humble è un progetto musicale che vede un avvicendarsi di urban music collegata da un filo logico che porta ad un R’n’B mescolato con elementi Soul e Funk, senza disdegnare una componente Pop. Il loro primo Full lenght cerca di immergere l’ascoltatore in atmosfere metropolitane specifiche accompagnandolo per strade, piazze e stazioni della metro usate da tutti, sacralizzando il compiere azioni semplici, in cui chiunque può ritrovarsi.

FOTO

CONTATTI

Instagram
Facebook
YouTube
Spotify

www.sferacubica.it